Fideiussione Bancaria

Fideiussione Bancaria
La fideiussione bancaria è un accordo tra una banca e un soggetto o azienda, che prevede il rilascio di una garanzia in favore di quest’ultimo, rispetto a un contratto tra questi e un soggetto creditore, con cui viene comunicata la disponibilità della banca a pagare per conto del suo cliente, in caso di difficoltà.

Si definisce fideiussione bancaria la stipula di un accordo tra un soggetto privato o una società e una banca, con cui quest’ultima si impegna a coprire il primo, rispetto a un contratto da questi stipulato in favore di un terzo soggetto creditore.

In sostanza, in una fideiussione bancaria, i soggetti del rapporto sono la banca e il cliente, in favore di un creditore verso quest’ultimo.

Ovviamente, la banca rilascerà la fideiussione, con cui si impegna a fare fronte ad eventuali pagamenti in favore di questo terzo soggetto, per conto del suo cliente, in cambio del pagamento di quest’ultimo di una somma, che solitamente ammonta a circa l’1% dell’importo garantito.

Va esplicitato che tale somma va pagata sia che la banca abbia effettivamente dovuto intervenire per conto del cliente, sia che non lo abbia fatto, venendo a scadenza i termini del contratto.

Inoltre, la banca farà firmare al suo cliente una cosiddetta “contro fideiussione”, con cui questi si impegna a restituire la somma, che eventualmente la banca ha pagato per suo conto.

Nei fatti, quindi, si tratta di un servizio a copertura di un accordo, che tutela un soggetto creditore del cliente che si rivolge alla banca.
Esistono due tipi di fideiussione bancaria: solidale e con beneficio di escussione.

Nel primo caso, la banca s’impegna a pagare fino a tutto l’ammontare della somma iscritta nel contratto, mentre nel caso di una fideiussione con beneficio di escussione, la banca pagherà solo la differenza dovuta al creditore, detratta la somma ricavata dal patrimonio escusso del suo cliente.

Seguendo le regole generali sulla fideiussione, il creditore potrà rivolgersi alla banca, solo dopo avere chiesto infruttuosamente la somma dovuta alla scadenza al suo debitore. In realtà, qualora il creditore si trovi oltre una scadenza prefissata, egli potrà decidere anche di presentarsi in prima istanza direttamente alla banca, che sarà tenuta a pagare la somma richiesta.